Il sito web di Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A. utilizza i c.d. cookies tecnici di sessione, il cui impiego è funzionale alla navigazione nel nostro sito in maniera corretta e sicura.
I cookies tecnici di sessione utilizzati non pregiudicano la riservatezza della navigazione degli utenti, non consentendo l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.
I cookies tecnici di sessione non vengono memorizzati in modo persistente, ma vengono cancellati una volta terminata la connessione al sito web di Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A.
Per maggiori informazioni vedi vedi questa pagina.
OK

Congresso nazionale di spettroscopie Raman ed effetti ottici non lineari, GISR 2017

1 GISR
2 GISR
3 GISR
4 GISR
5 GISR
6 GISR
7 GISR
8 GISR
1/8 
start stop bwd fwd

(ph. FotoRolli)

Grignano, ICTP - Adriatico Guesthouse
7-9 giugno 2017

La conferenza GISR2017 si inserisce nella tradizione degli incontri che, sin dal 1986, vengono organizzati ogni due anni dal Gruppo Nazionale di Discussione sulla Spettroscopia Raman e gli Effetti Ottici Non Lineari. L’evento è il quinto della nuova serie da quando il Gruppo Nazionale si è spontaneamente evoluto nel Gruppo Interdivisionale della Società Chimica Italiana (GISR-SCI). La storia del GISR affonda le radici in una precedente e duratura esperienza di scambi scientifici. Di fatto, il gruppo è nato negli anni ottanta come opportunità di promozione di discussioni scientifiche nel campo della spettroscopia Raman e delle tecniche ottiche non lineari, nel quadro di un clima di comunicazione aperto e informale. Da molti anni, gli incontri periodicamente organizzati dal GISR sono diventati un punto di incontro consolidato per ricercatori provenienti da università, centri di ricerca e aziende private che studiano e utilizzano spettroscopie Raman ed effetti ottici non lineari per ricerche in vari campi delle scienze chimiche, fisiche, biologiche e farmaceutiche, nonché in ingegneria e medicina.

 

L’obiettivo della conferenza GISR 2017 era quello di presentare una panoramica sui più recenti progressi tecnologici nello sviluppo di innovative tecniche spettroscopiche basate su Raman e microscopie ottiche Raman, nonché sulle applicazioni più moderne di queste tecniche per affrontare una serie di problemi irrisolti, che vanno dalla chimica analitica a uno strumento di analisi biomedicale versatile, dalla caratterizzazione di materiali nel campo dei beni culturali alla progettazione di nano strutture efficienti per il rilevamento SERS. L’incontro si è aperto con il benvenuto dei presidenti della conferenza, Claudio Masciovecchio e Barbara Rossi di Elettra Sincrotrone Trieste, i quali hanno anche presentato la strumentazione per esperimenti UV Raman risonanti che utilizza luce di sincrotrone, da poco sviluppata sulla linea di luce IUVS. Tra i relatori figuravano scienziati di alto profilo internazionale, che hanno esposto le proprie relazioni sulle applicazioni avanzate, come la spettroscopia SERS, UV Raman risonante e Raman stimolata, ma anche sulle nuove microscopie Raman ottiche applicate ai campi dei materiali biomedicali e dei beni culturali. I partecipanti all’evento sono stati più di 60: ai giovani ricercatori in particolare è stata offerta l’opportunità di presentare i propri risultati scientifici, nella forma di contributi orali e di poster, e di discutere le più recenti e rilevanti questioni scientifiche relative alle diverse sfaccettature delle spettroscopie ottiche Raman e non lineari. Sessioni di grande interesse sono state dedicate all’uso di spettroscopie Raman in vari campi di ricerca della scienza, che vanno dalla chimica e biologia alla scienza dei materiali. Due premi per i migliori poster, sponsorizzati da Biopolymers and Peptide Science Journals, sono stati conferiti alla Dr. Elisa Gurian e al Dr. Vitor Paschoal, giovani scienziati dell’Università di Trieste (Italia) e dell’Università di San Paolo (Brasile) rispettivamente, per il proprio lavoro di ricerca riguardante l’uso della SERS per il rilevamento di piccole biomolecole e lo studio della transizione di fase nei liquidi ionici con la spettroscopia Raman a bassa frequenza.

A testimonianza dell’elevato interesse scientifico della comunità internazionale nei confronti dell’evento, il Journal of Raman Spectroscopy (http://onlinelibrary.wiley.com/journal/10.1002/(ISSN)1097-4555), rivista internazionale dedicata alla pubblicazione di lavori all’avanguardia nell’ambito della ricerca in tutte le aree della scienza e della tecnologia riguardanti la spettroscopia Raman, ha proposto di dedicare un numero speciale alla conferenza GISR 2017, che verrà pubblicato nel 2018.

 
Rif: Barbara Rossi e Claudio Masciovecchio 
 
 
Ultima modifica il Giovedì, 22 Giugno 2017 16:30