Elettra-Sincrotrone Trieste S.C.p.A. website uses session cookies which are required for users to navigate appropriately and safely. Session cookies created by the Elettra-Sincrotrone Trieste S.C.p.A. website navigation do not affect users' privacy during their browsing experience on our website, as they do not entail processing their personal identification data. Session cookies are not permanently stored and indeed are cancelled when the connection to the Elettra-Sincrotrone Trieste S.C.p.A. website is terminated.
More info
OK

Organi di indirizzo politico-amministrativo

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE


Composizione

Presidente: prof. Alfonso Franciosi
Consiglieri: ing. Stefano Casaleggi, dott.ssa Anna Del Bianco, prof. Rosario Corrado Spinella, prof.ssa Francesca Visintin

In carica dal 01/06/2017 fino all'approvazione del bilancio al 31/12/2019.

Competenze (estratto dall'art. 18 dello Statuto)

Il Consiglio di Amministrazione è investito di ogni più ampio potere circa gli atti di amministrazione ordinaria e straordinaria della Società essendo ad esso deferito tutto ciò che, per legge o dal presente statuto, non sia inderogabilmente riservato all'Assemblea.

Il Consiglio di Amministrazione, atteso l'interesse pubblico nazionale dell'iniziativa, nell'attuare l'oggetto di cui all'art. 2, ha il compito di completare, migliorare, mantenere e gestire il Laboratorio di ricerca con luce di sincrotrone, garantendone la rilevanza europea ed internazionale e mettendo la struttura, sulla base di bandi internazionali con selezione tra pari, a disposizione di consorziati, partecipanti, Università ed enti di ricerca italiani e stranieri, pubblici e privati e, compatibilmente con la finalità istituzionale, consentire, a titolo oneroso, l'utilizzazione del Laboratorio, della strumentazione e del personale per obiettivi funzionali ed attività commerciali.

In particolare il Consiglio di Amministrazione stipula convenzioni e adotta regolamenti generali per la gestione operativa della Società e per la definizione dei rapporti con gli utilizzatori, determinando le modalità di accesso ed utilizzo del Laboratorio, anche disciplinando gli apporti di strumentazione e personale, per fini di pubblico interesse, in collegamento con il programma nazionale della ricerca e i programmi europei ed internazionali. Per il conseguimento dei fini consortili promuove l'utilizzo del Laboratorio da parte dei Soci e, tramite il Consorzio per l'Area di Ricerca, dei soggetti di cui al D.P.R. 6/3/78, n. 102 e dei centri insediati nel Parco scientifico dell'Area, favorendo altresì la collaborazione e l’integrazione con soggetti pubblici e privati anche stranieri e internazionali, in particolare nel contesto europeo. Definisce altresì i criteri e le modalità per l'utilizzo del Laboratorio per progetti e in consorzi di ricerca di alto livello tecnico scientifico internazionale, assicurando la trasparenza delle procedure e la parità di condizioni, con vincoli di diffusione dei risultati per finalità di ricerca e non commerciali.

Il Consiglio può nominare un Consiglio Consultivo rappresentativo delle realtà scientifiche che investono nel Laboratorio Elettra, che esprima pareri preventivi sugli indirizzi, criteri e modalità adottati dal Consiglio di Amministrazione nell'attuazione dei compiti e dei fini di cui ai punti precedenti.

Il Consiglio può, altresì, provvedere alla nomina di un Direttore Generale. Il Consiglio può nominare, per periodi definiti, appositi comitati con il compito di esprimere pareri e formulare proposte sulle tematiche dell'oggetto sociale di cui all'art. 2.

Il Consiglio di Amministrazione ha la facoltà, in particolare e senza che ciò costituisca un limite, di procedere ad acquisti, vendite, permute ed alienazioni mobiliari ed immobiliari, di assumere obbligazioni anche cambiarie e mutui ipotecari, di effettuare qualsiasi operazione presso il Debito Pubblico e la Cassa Depositi e Prestiti, le banche, l'Istituto di Emissione ed ogni altro ufficio pubblico e privato, di consentire a costituzioni, surroghe, postergazioni, cancellazioni e rinunce ipotecarie, trascrizioni di ogni specie, esonerando i Conservatori del Debito Pubblico, della Cassa Depositi e Prestiti e dei Registri Immobiliari ed ogni altro Ente pubblico o privato da ogni responsabilità.

Il Consiglio delibera, altresì, sulla promozione di azioni giudiziarie in ogni sede e grado di giudizio, compresi i ricorsi in cassazione, il giudizio di revocazione ed il ricorso al Consiglio di Stato, sui compromessi e transazioni e potrà nominare arbitri rituali, irrituali od amichevoli compositori.

Nel caso di partecipazione a consorzi internazionali che comportino l’impegno pluriennale di contribuire con la disponibilità di strumenti e/o altre risorse, il Consiglio può deliberare in funzione della durata di tali consorzi, in particolare con riferimento alle strutture di cui al Regolamento Comunitario 723/2009 e con gli effetti di cui alle disposizioni comunitarie relative all’IVA e alle accise.

PRESIDENTE: PROF. ALFONSO FRANCIOSI

Competenze (Verbale consigliare dd. 13/06/2017)

Al Presidente viene riconosciuta l’alta rappresentanza istituzionale ed internazionale della Società nell’ambito dello Statuto. Egli mantiene i rapporti con le istituzioni scientifiche e con gli Enti pubblici di Ricerca, con gli organismi governativi nazionali e internazionali e le Pubbliche Amministrazioni. Egli cura altresì le relazioni con le istituzioni economiche e produttive nazionali ed estere interessate alle applicazioni industriali della luce di sincrotrone, alle ricadute industriali e/o ai servizi e know-how della Società.

In particolare vengono attribuiti al Presidente i poteri che di seguito vengono elencati:

ART. 1

Rappresentare la Società presso qualsiasi Ente Pubblico e ufficio della Pubblica Amministrazione e compiere indistintamente tutte le operazioni di pertinenza della Società che siano riconducibili alle competenze di tali Enti o uffici. 

ART. 2

Disporre spese di rappresentanza, promozionali e premiativi, in particolare curando l’organizzazione di congressi e convegni e la partecipazione ad ogni tipo di manifestazione che coinvolga gli interessi della Società, la pubblicazione di opuscoli o libri che illustrino l’attività della Società, nonché l’ospitalità per Autorità e personalità del mondo scientifico ed industriale nazionale ed internazionale, nei limiti del budget annuale approvato.

ART. 3

Partecipare alle assemblee ordinarie e straordinarie di società direttamente controllate e/o collegate e/o partecipate per assumere qualsiasi delibera in ordine agli oggetti posti all'ordine del giorno delle assemblee stesse; sarà tuttavia necessaria la previa deliberazione del consiglio di amministrazione di Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A., limitatamente alle sole delibere inerenti all'approvazione dei bilanci ed alle nomine delle cariche sociali.


Il Presidente nell’ambito dei poteri come sopra conferiti potrà nominare e revocare procuratori e mandatari per singole operazioni o gruppi di operazioni.

 

Nominato con delibera dell’Assemblea dei Soci dd. 01/06/2017 ed in carica fino all'approvazione del bilancio al 31/12/2019 .


AMMINISTRATORE DELEGATO: PROF. ALFONSO FRANCIOSI

Competenze (Verbale consiliare dd. 13/07/2017)

Il Consiglio di Amministrazione ha nominato, a far data dal 13 luglio 2017, quale Amministratore Delegato, il prof. Alfonso Franciosi, conferendogli i seguenti poteri:

ART. 1
Promuovere iniziative di trasferimento tecnologico, entro i limiti di spesa prevista dal budget annuale e dagli articoli dei presenti poteri.
Registrare marchi d’impresa, disegni e modelli, nonché depositare domande di brevetti per invenzioni industriali e per modelli di utilità, e compiere tutti gli atti di amministrazione relativi al mantenimento di essi.

ART. 2
Firmare istanze, ricorsi, reclami per qualsiasi oggetto di competenza di Enti, Uffici o Autorità. Rappresentare la Società in azioni e procedimenti di ogni genere innanzi ai Tribunali della Repubblica Italiana o di Paesi stranieri e nominare avvocati.

ART. 3
Aprire ed estinguere conti correnti bancari a nome della Società sia in Italia che all'estero in conformità alla normativa vigente; esigere crediti di qualsiasi specie ed incassare qualsiasi somma da Amministrazioni sia pubbliche che private e da Istituti di Credito, rilasciando valide quietanze.

ART. 4
Effettuare a firma singola ogni pagamento a enti pubblici, ditte e soggetti terzi relativi agli ordinativi emessi nei limiti della giacenza bancaria e/o dei fidi concessi dagli istituti bancari. Disporre movimenti bancari tra i conti intestati alla Società presso le varie banche senza limiti di importo.
Nell’ambito della gestione di contratti aventi ad oggetto l’esecuzione di progetti di ricerca europei o nazionali, qualora la Società svolga il ruolo di coordinatore e/o mandatario di ”Consortium Agreements”, incassare i contributi assegnati rilasciando valide quietanze e provvedere a ridistribuirli agli Enti partner del progetto, secondo quanto disposto dagli accordi con gli Enti finanziatori e da eventuali disposizioni normative.

ART. 5
Rappresentare ed impegnare legalmente la Società nella partecipazione a gare di appalto e nella formulazione di offerte commerciali per la fornitura a terzi di beni e/o servizi, sia in Italia che all'estero, ivi comprese quelle indette dai Ministeri, dalle Amministrazioni Regionali, Provinciali e Comunali e da ogni e qualsiasi Ente Pubblico o Privato, con facoltà di sottoscrivere le relative offerte e tutti i documenti richiesti per la validità dell'offerta e la partecipazione alla gara nonché gli eventuali documenti contrattuali sino all'importo massimo di € 1.500.000,00 (Euro unmilionecinquecentomila/00) per ciascuna offerta, con espressa facoltà di convenire al riguardo qualsiasi termine, condizione e modalità nell’esclusivo interesse della Società, informando il Consiglio di Amministrazione riguardo alle operazioni superiori a € 250.000,00 (Euro duecentocinquantamila/00) nella prima riunione utile. Nell’ambito delle commesse commerciali approvate, firmare gli ordini di acquisto per materiali e/o mezzi e/o fidejussioni necessarie per la loro realizzazione, anche al di sopra del limite di € 250.000,00 (euro duecentocinquantamila/00) purché rientrante nel budget della commessa approvata.

ART. 6
Nominare e revocare agenti, commissionari, rappresentanti e consulenti, fissandone attribuzioni, durata degli incarichi, modalità di referto e compensi lordi sino all’importo massimo di € 30.000,00 (euro trentamila/00) per persona e per anno. Finanziare borse di studio qualora l’onere delle stesse sia coperto da finanziamenti e/o contributi esterni, o dal budget annuale approvato dal Consiglio di Amministrazione.

ART. 7
Bandire procedure d’appalto ad evidenza pubblica secondo le normative vigenti per l’approvvigionamento di beni e servizi nonché per la realizzazione di lavori sino all’importo massimo a base di gara di € 180.000,00 (centottantamila/00) per ogni procedura e stipulare i relativi contratti di appalto per la fornitura di beni e servizi e per la realizzazione di lavori. Stipulare i contratti d’appalto espressamente esclusi dall’applicazione del dlgs. n. 50/2016 (Codice dei Contratti pubblici) e successive modificazioni, con espressa esclusione della compravendita di immobili e delle locazioni di immobili ultranovennali, con soggetti italiani ed esteri per l'espletamento dell'attività sociale con espressa facoltà di convenire al riguardo qualsiasi termine, condizione e modalità, inclusa la modifica e la risoluzione, sino all'importo massimo di € 180.000,00 (centottantamila/00) per ogni singolo atto che non rappresenti ripetizione, frazionamento, completamento o ampliamento di precedenti contratti.

ART. 8
Compiere presso la Società e presso Pubbliche Amministrazioni, Istituti, Enti ed Uffici Privati, tutti gli atti ed operazioni necessari per provvedere agli adempimenti prescritti dalle leggi, regolamenti e disposizioni vigenti in tema di tutela dell'ambiente, di protezione dei dati personali, di prevenzione degli infortuni, di tutela della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro, assumendo piena responsabilità relativamente a tali adempimenti anche nei confronti di terzi.

ART. 9
Instaurare rapporti di collaborazione con Enti, Società di Ricerca o con specialisti nella ricerca tecnologica applicata italiani o stranieri, definendo l'oggetto e la durata della collaborazione ed i relativi compensi; inoltre, affidare incarichi di ricerca, d'organizzazione di corsi di aggiornamento scientifico a singoli o più soggetti italiani o stranieri, definendo le caratteristiche della prestazione richiesta ed il relativo compenso.
Per gli incarichi a persone fisiche previsti nel presente articolo si applicano le limitazioni indicate al precedente art. 6.

ART. 10
Assumere, previa opportuna procedura di selezione e nei limiti del piano di fabbisogno approvato annualmente nell'ambito del budget triennale dal Consiglio di Amministrazione, il personale dipendente di qualifica inferiore a quella dirigenziale, fissarne le retribuzioni, le qualifiche ed i compensi, sospenderlo o licenziarlo, addivenire alle modifiche dei contratti di impiego, alla loro risoluzione, transigendo le relative controversie giudiziali e stragiudiziali; rappresentare la Società davanti alle organizzazioni sindacali e presso le relative associazioni, uffici ed istituzioni competenti.

ART. 11
Rappresentare ed impegnare legalmente la Società nella stipula di accordi di collaborazione scientifico/tecnica con istituzioni, pubbliche o private, volti a favorire l’implementazione dei progetti societari e che comportino impegni di spesa fino ad un importo massimo di € 250.000,00 (euro duecentocinquantamila/00), con espressa facoltà di convenire al riguardo qualsiasi termine, condizione e modalità, fatti salvi i casi di accordi di collaborazione scientifico/tecnica di rilevanza strategica tale da rendere opportuna una discussione collegiale oppure i casi di accordi che si configurino come parti di accordi con il medesimo soggetto di importo complessivo superiore a € 250.000,00 (euro duecentocinquantamila/00).

ART. 12
Dismettere periodicamente, secondo le disposizioni normative vigenti, i beni patrimoniali inventariati divenuti obsoleti, valendosi del parere di una Commissione Tecnica da lui all'uopo nominata ed informando annualmente il Consiglio riguardo alle dismissioni effettuate nel corso dell'anno.

Con l’eccezione di quanto previsto all’art. 5 e all'art. 11, le operazioni indicate ai punti precedenti, che impegnino invece la Società oltre la somma di € 180.000,00 (euro centottantamila/00) e tutte le altre residue di cui all'Art. n. 18 dello Statuto debbono essere preventivamente deliberate dal Consiglio di Amministrazione, essendo tenuto all'esecuzione il Presidente.

Tutti gli importi di cui agli articoli precedenti sono al netto di IVA se dovuta.

L’Amministratore Delegato, nell'ambito dei poteri come sopra conferiti, potrà nominare e revocare procuratori e mandatari per singole operazioni o gruppi di operazioni.

L’Amministratore Delegato potrà inoltre compiere ogni atto di ordinaria amministrazione anche se sopra non espressamente previsto, purché non eccedente il limite fissato in € 180.000,00 (euro centottantamila/00), senza che sia possibile opporre al medesimo difetto di potere o imprecisioni di termini. 

Nominato con delibera del Consiglio di Amministrazione dd. 13/07/2017


CONSIGLIERE: ING. STEFANO CASALEGGI

 
Nominato con delibera dell’Assemblea dei Soci dd. 01/06/2017 ed in carica fino all'approvazione del bilancio al 31/12/2019.

 

CONSIGLIERE: DOTT.SSA ANNA DEL BIANCO

 
Nominato con delibera dell’Assemblea dei Soci dd. 01/06/2017 ed in carica fino all'approvazione del bilancio al 31/12/2019.

CONSIGLIERE: PROF. ROSARIO CORRADO SPINELLA

 
Nominato con delibera dell’Assemblea dei Soci dd. 01/06/2017 ed in carica fino all'approvazione del bilancio al 31/12/2019.

CONSIGLIERE: PROF.SSA FRANCESCA VISINTIN
 
Nominato con delibera dell’Assemblea dei Soci dd. 01/06/2017 ed in carica fino all'approvazione del bilancio al 31/12/2019.
  • Curriculum Vitae
  • Dichiarazione di insussistenza/sussistenza di cause di incompatibilita in corso di mandato: 2018
  • Dichiarazione di insussistenza di cause di inconferibilità e incompatibilità: 2017
  • Mod A - Dichiarazione patrimoniale e reddituale: 2017
  • Mod B - Variazione dichiarazione situazione patrimoniale e reddituale: 2018
  • Mod C - Dichiarazione diniego alla pubblicazione: 2018 , 2017
  • Mod D - Altri incarichi: 2018
  • Mod E - Comp. e spese viaggio: 2019 semestre 1 , 2018 semestre 2 , 2018 semestre 1 , 2017 semestre 2

COMPENSI SPETTANTI AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Presidente: € 32.400,00 a titolo di compenso annuo
Amministratore delegato: € 16.000,00 a titolo di compenso annuo
Consiglieri: € 1.080,00 a titolo di compenso annuo; € 180,00 a titolo di gettone di presenza

 

ORGANI DI INDIRIZZO POLITICO AMMINISTRATIVO CESSATI DALL'INCARICO

Last Updated on Thursday, 04 July 2019 16:11