Il sito web di Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A. utilizza i c.d. cookies tecnici di sessione, il cui impiego è funzionale alla navigazione nel nostro sito in maniera corretta e sicura.
I cookies tecnici di sessione utilizzati non pregiudicano la riservatezza della navigazione degli utenti, non consentendo l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.
I cookies tecnici di sessione non vengono memorizzati in modo persistente, ma vengono cancellati una volta terminata la connessione al sito web di Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A.
Per maggiori informazioni vedi vedi questa pagina.
OK

Progetto Bandiera

Il Progetto Bandiera si inserisce come fase di completamento di un progetto complessivo di livello europeo iniziato nel 2005 dopo l’approvazione, a fine 2004, del Consiglio Europeo (quick-start projects). Questo progetto complessivo comprende lo sviluppo e la costruzione della strumentazione e degli impianti necessari per la realizzazione del primo Laser a Elettroni Liberi (FEL) per utenti funzionante in Europa, denominato FERMI, e l'aggiornamento delle infrastrutture societarie per migliorare l'efficienza energetica e assicurare l’operatività integrata delle sorgenti Elettra e FERMI, in preparazione e a supporto della partecipazione italiana all’infrastruttura di ricerca europea EuroFEL, inclusa nella Roadmap dello “European Strategy Forum on Research Infrastructures” (ESFRI).

Altri Istituti pubblici di ricerca italiani coinvolti

Il progetto è finanziato dal FOE (Fondo Ordinario per gli enti e le istituzioni di ricercafinanziato dal MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) tramite il Consorzio per l'Area di Ricerca Scientifica e Tecnologica di Trieste (Area) in capo ad un soggetto unico, Elettra Sincrotrone Trieste, che ne ha avuto l’intera responsabilità progettuale ed esecutiva.
Nel progetto sono stati coinvolti, a livello di collaborazioni sia formali che informali INFN, ENEA, CNR e INSTM, oltre a varie Università italiane (l'Aquila, Camerino, Milano, Perugia, Roma "La Sapienza", Trieste) valorizzandone le esperienze precedenti.

Collaborazioni scientifiche e tecniche internazionali

  • Lawrence Berkeley National Laboratory (LBNL), Berkeley, USA;
  • Massachusetts Institute of Technology (MIT), Cambridge, USA;
  • University of California (UCLA), Los Angeles, USA;
  • UChicago Argonne, LLC as operator of Argonne National Laboratory, Argonne, USA;
  • Lawrence Livermore National Laboratory (LLNL), Livermore, USA;
  • SLAC National Accelerator Laboratory, Stanford, USA;
  • RADIABEAM Technologies, LLC, Santa Monica, USA;
  • Stiftung Deutsches Elektronen Synchrotron (DESY), Amburgo, Germania;
  • Freiburg University, Freiburg, Germania;
  • MAX-lab - Lund University, Lund, Svezia;
  • Paul Scherrer Institute (PSI), Villigen, Svizzera;
  • University of Nova Gorica, Nova Gorica, Slovenia;
  • Instrumentation Technologies d.d., Solkan, Slovenia;
  • The Russian Research Centre "Kurchatov Institute”, Mosca, Russia.

Obiettivi strategici

  • Costruzione della nuova sorgente laser a elettroni liberi (Free Electron Laser, FEL), FERMI, e sua integrazione nel complesso del centro di ricerca Elettra.
  • Coordinamento ed integrazione di FERMI nel panorama europeo tramite la partecipazione all’iniziativa EuroFEL.
  • Ampliamento dei servizi offerti ai ricercatori italiani ed internazionali nei campi delle nanoscienze e delle nanotecnologie rendendo disponibili tecniche analitiche innovative e potenziate per la caratterizzazione strutturale ed elettronica, con particolare enfasi su studi dinamici e risolti in tempo tramite il ricorso a radiazione elettromagnetica coerente, polarizzata e ad altissima brillanza.
  • Sviluppo di tecniche di misura e di strumenti analitici per applicazioni in biologia, ricerca sull’energia, materiali innovativi, salvaguardia del patrimonio culturale, microscopia medica e radiologia clinica micrometrica.
  • Intensificazione del ricorso a risorse energetiche naturali e riduzione dell’emissione di carbonio tramite lo sviluppo e l’installazione di impianti di trigenerazione, anche intesi come dimostratori tecnologici.
Ultima modifica il Martedì, 15 Dicembre 2015 16:47